Design d’interni

Chiudiamo la settimana leggermente in ritardo rispetto alla solita tabella di marcia…diciamo che siamo stati impegnati a rimodernare (e, conseguentemente, a ritrovare) una parte del mobilificio che avevamo perso di vista negli ultimi tempi…vi sarete accorti che una televisione anni ’50 non era esattamente nelle nostre corde, soprattutto non nei nostri cataloghi autunnali!

ToelettaE quindi siamo andati avanti a scovare, spostare, rimodernare, giocando al mercatino delle pulci con gli stessi mobili che avevamo accantonato per motivi di cambio standcos’abbiamo trovato stavolta? Tanti, tantissimi pezzi incredibili. Un po’ vintage, un po’ industrial, un po’ etnici, sicuramente adatti al mercatino delle pulci che mixeremo con il nostro mercatino natalizio, seconda edizione! Ma prima di parlarvi di questo dicembre, torniamo al presente delle nostre scoperte…abbiamo scovato un bellissimo mobile da toeletta.

Un mobile speciale, d’ispirazione ottocentesca. Oltre il vintage, dentro la storia e gli usi e costumi delle nostre bisnonne, di un’epoca che possiamo far rivivere attraverso piccole perle di stile. Lo scheletro della toeletta è in ferro battuto, la colorazione con anticatura e i due recipienti e la brocca sono in ceramica decorata con un disegno floreale. Credo che il pezzo si commenti da solo…il suo sapore retrò gli permette infatti di essere usato come semplice accessorio extra, come un soprammobile e non come un mobile vero e proprio.

La toeletta vi aspetta nella nostra esposizione, insieme ad altri pezzi incredibili e dall’incredibile sconto…vi aspettiamo!!!

Come definirla altrimenti? Forse potremmo chiamarla: l’era della personalizzazione a 360 gradi. L’era della realizzazione dei propri desideri? Forse penserete che sto esagerando, quindi mi sembra giusto linkarvi il video di questa ditta all’avanguardia, la creatrice di questo tipo di cucine su misura.

Cosa ve ne pare? Avete visto con quanta velocità e facilità si può cambiare aspetto alla propria cucina, e, di conseguenza, alla propria zona giorno? Per vivere ogni momento in modo diverso, alternativo, piccante! Il muro nero completa la perfezione di questa idea grazie ad appositi stickers che potenziano l’aspetto moderno della cucina.

Per quanto riguarda l’assetto della cucina, entra in gioco la nostra designer Catia: avrete l’occasione di discutere insieme il vostro progetto esclusivo e creare la vostra cucina come fosse un progetto di design normale. E qui vale la nostra regola aurea…mix&match con altri tipi di cucine o stili o…quello che vi passa per la mente!

Chiamateci per avere il vostro progetto esclusivo…

Oggi partiamo in bomba: iniziamo articolo e settimana in un modo molto particolare…vi avevamo anticipato la scorsa settimana che ci sarebbero state succulente nuove in ambito di cucine, ed ora possiamo svelarvi quello di cui stavamo parlando!Cucina su misura

Chi di voi non ha mai sognato di avere una cucina che cambiasse il proprio aspetto a seconda del vostro umore? Del vostro gusto? Delle vostre esigenze? Ovviamente questo non è mai stato possibile, e a ragione: la cucina montata non permette molti cambiamenti, non quei cambiamenti immediati che vorremmo di pari passo al nostro mutevole gusto personale. Oggi è possibile cambiare l’aspetto della vostra cucina in poche semplici mosse…guardate l’immagine alla vostra destra. Niente di stravagante (lasciate perdere per un momento il fondo nero, gli stick applicati e il tappeto d’erba finta). Una cucina con basi decorate come fossero scansie di libreria.

Ma la decorazione che vedete non rappresenta l’aspetto reale, effettivo, delle ante della cucina, bensì costituisce una sorta di involucro esterno che si attacca (e quindi si stacca) e permette la sua sostituzione con altri pannelli decorati! Come? Grazie alle cover! Si, cover, avete letto bene. Come quelle del telefonino! Queste cover si riassumono in 9 collezione con ben 74 varianti di colore a tinte uniche, grafiche, fotografiche o testure!

Una vera e propria innovazione nell’ambito delle cucine…che vi spiegheremo domani…

 

E allora carta da parati sia! Il modo veloce ed intelligente per rimodernare anche solo una piccola parte della vostra casa…e cambiarne completamente l’aspetto! Ve lo dice un’amante della carta da parati: io ho ben quattro stanze (su sette, quindi mi sembra una buona media 🙂 ) decorate con carta da parati colorata e originale, come quella che sto per mostrarvi e che potete trovare, su catalogo, presso il nostro mobilificio.

Vi ricordo che i soggetti proposti sono declinati in diverse soluzioni cromatiche, coordinabili con quelle che sono le ultime tendenze dell’architettura d’interni, e superano la ripetizione modulare per arrivare alla realizzazione di immagini grafiche elaborate appositamente per essere riproducibili in grandi dimensioni. In parole povere, stiamo assistendo all’ultima frontiera della personalizzazione! Il muro di casa vostra ha il diritto, ed ora, anche l’occasione, di essere un muro esclusivo!

parati 1Ora vi mostro due tipi di carta da parati dalla meravigliosa stampa. E ve li mostro in due, diciamo, versioni differenti: parati 2come carta su catalogo e come muro dopo la lavorazione, per dimostrarvi che il materiale pregiato con cui la carta viene realizzata, e che traspare perfettamente dalla prima immagine alla vostra sinistra, si trasforma in qualcosa di unico non appena incontra un ambiente…il risultato costituisce uno spettacolo per gli occhi, come potete vedere alla vostra destra. Cristalli da un lato e papaveri dall’altro…oggi posso mostrarvi solamente due delle centinaia di fantasie a vostra disposizione, con l’obiettivo di spingervi a venire a consultare i nostri cataloghi…

Il muro di casa vostra avrebbe bisogno di un restyling? Si? E anche se non ne avesse bisogno, cosa aspettate? Non serve rompere un paio di scarpe per correre in un negozio di moda e comprarne un altro paio!

Dopo avervi fatto annusare i prodotti migliori nel campo dell’illuminazione, e prima di mostrarvi altri due nuovi cataloghi autunnali (carte da parati e cucine), vi spieghiamo nel dettaglio la filosofia che guida la creazione di questi prodotti di stile…

Baloon Up e Cherry Lamp: eravamo rimasti qui. Cosa spinge un creativo all’incontro con queste forme? La voglia di trasformare materiali in progetti innovativi, interpretando le mode, inventando tendenze e soprattutto valorizzando contemporaneamente artigianato e sperimentazione. Il fine è quello di coinvolgere il cliente in un’atmosfera dove possa veder realizzati i propri sogni ed il proprio modo di concepire lo stile…la ditta creatrice di queste lampade sembra inseguire lo stesso nostro obiettivo: dare modo al cliente di realizzare i propri sogni ed il proprio ambiente d’elezione. P_3772

Per questo vi proponiamo questi prodotti e per questo continuiamo a pubblicizzare la Cherry Lamp! Crediamo che possa riscuotere il successo che, poco tempo fa, riscosse la nostra Lady Lamp, ve la ricordate? La protagonista indiscussa dei salotti fashion, privati o pubblici che fossero! Anche la Cherry Lamp è disponibile nelle versioni oro e argento…eleganti,lussuose, ipnotiche! Ve ne diamo un esempio nell’immagine a destra.

Ma certo l’elenco dei prodotti non si esaurisce nei due che vi abbiamo proposto. I migliori, secondo il nostro parere? Questi…

P_3490La Erbaria Lamp (alla vostra sinistra), per i palati green, è una lampada a sospensione in ceramica opaca bianca con P_1472inserti di verde artificiale, ideale per ampie zone giorno monocromatiche o per locali all’ultima moda, mentre la Fantasy (la seconda alla vostra destra) è una lampada a sospensione in metallo con 60 applicazioni di carta a scelta tra farfalle e foglie, fiori e foglie, pesci, tazzine e foto (in formati e colori misti). La seconda, grazie all’ampia scelta decorativa, si adatta perfettamente ad ogni tipo di ambiente, compreso quello dei piccoli di casa, che finalmente potrebbe godere di un prodotto dal design 100% adulto!

Noi abbiamo il compito di mostrarvle, voi quello di pensarle nella vostra casa.

Signore e signori, oggi iniziamo la settimana in ritardo rispetto al reale incedere settembrino…ci scusiamo e passiamo immediatamente a motivare la nostra assenza!

I lavori all’interno del nostro mobilificio proseguono di pari passo ai propositi dei nostri designers per rendere lo spazio dedicato ai mobili più appetibile, interessante e accattivante che mai! Vi chiediamo dunque un briciolo di pazienza: ogni pausa che interponiamo tra voi e le novità autunnali è una pausa costruttiva (letteralmente!)…i cataloghi nuovi sono in arrivo e vi ricordo che il nostro spazio dedicato allo shop on line non conosce pause, ma solo offerte per voi e per la vostra casa!

Sappiamo anche che il mese di settembre è un mese molto particolare! E’ il momento in cui il mondo torna pigramente a girare dopo le vacanze estive e l’assetto familiare riacquista pian piano la sua abituale routine…i figli tornano a scuola e i genitori al lavoro, e la casa resta, dopo le spese estive e quelle immediatamente successive, al terzo ed ultimo posto!

In fondo va bene così, dice la moglie, per il divano nuovo vediamo poi. Jet-leg-sociale

Mah, al massimo cerchiamo un’offerta, replica il marito.

Noi vi offriamo la terza voce in capitolo: perchè non date un’occhiata alle nostre offertissime? Non solo quelle in e bay, ma e soprattutto quelle che custiodiamo gelosamente nel cuore del nostro mobilificio. Divani, poltrone, tappeti, angoli cucine, letti…e molto altro ancora. Abbiamo tutto un mondo di offerte che aspettano di dare bella mostra di sè durante il periodo che dedicheremo al mercatino delle pulci…e che potete vedere in anteprima!

Non aspettate altro tempo. La vostra casa deve tornare a girare insieme a voi nel vostro tran tran quotidiano…

Arrivando alla conclusione della settimana delle new entries d’autunno, ci sembra pertinente (forse anche doveroso) parlare di un argomento nuovo, ovverodelle vetrine del nostro mobilificio.

Vi confessiamo che non l’abbiamo mai percepito come un vero e proprio argomento…le vetrine sono lo strumento attraverso il quale possiamo mostrarvi il nostro stile e i nostri prodotti migliori e la storia finiva qui. Una sorta di monologo, quello della vetrina, che spiegava la nostra idea sull’arredamento in genere e che, sognando, pensavamo di trasformare in un dialogo. Ma come aggiungere comunicazione ad una zona che si connota come statica e denotativa?

siparioProbabilmente spogliandola dal suo significato corrente. Svestendola, paradossalmente, e liberandola dalle sue convenzioni abituali. Mostrare i trend di stagione e gli abbinamenti chic&choc non esaurisce il potenziale dei nostri designers, anzi, li accomuna alle vetrine di ogni negozio di tutto il mondo.

E allora proveremo a costruire una scena, nello stesso modo in cui si costruisce la scenografia di uno spettacolo. Un’ambientazione che rievochi un tema e che faccia recitare i nostri mobili e i nostri complementi, dove voi non sarete semplici spettatori, ma comparse attive che possono modificare la storia.

Insomma, ci saranno altre nuove proposte autunnali che vi intrigheranno e vi spingeranno a venire qui! Dateci ancora una manciata di giorni e vi stupiremo 🙂

Quindi divani in pelle. Quei divani un pò così, dall’aspetto maltrattato, dal fascino retrò, che richiamano alla nostra mente immagini di un tempo lontano. Che, allo stesso modo, infondono calore e il giusto aspetto al salotto che ti attende nel presente, quando torni a casa e non vedi l’ora di sdraiartici sopra, afferrando il telecomando e chiedendo: ma la cena è pronta?

IMG_3678Morbidezza, fascino, curve discrete…la pelle è di facile manutenzione e le sue lavorazioni, come vi accennavamo nello scorso post, permettono una variante di colori in grado di assecondare la voglia di distinzione di ogni cliente. Il tutto promuovendo la qualità del lavoro e del prodotto artigianale. Ve ne diamo un esempio nell’immagine a lato: le linee discrete ci sono (sono linee invece che curve, ma dipende unicamente dal modello mostrato), il fascino anche, la morbidezza pure. Basta un’occhiata per adorarlo e sentire la voglia di buttarcisi sopra!

divanooooAncora una volta vi proponiamo un prodotto di passaggio tra la vecchia stagione e il nuovo autunno della pelle: date un’occhiata a questo divano e assaporatene quanto riuscite il cuoio dall’anticatura omogenea marrone e i cuscini in cotone, lino e iuta. Fresco nel tessuto e caldo nell’effetto visivo; comodo nella dimensione e contenuto nell’ambientazione…in poche parole: il divano che fa per voi.

Dovrete pur cominciare a pensare di rimodernare la vostra casa, abbandonata a causa di viaggi estemporanei e vacanze estive di vario genere?

 

Nonostante il sole dal sapore estivo, oggi finalmente vi mostriamo gli ultimi arrivi nel campo dell’arredamento: sono i pezzi e i materiali che vi illustreremo in questo articolo a dettare legge nel campo del design per il settembre/ottobre 2014.

Partiamo specificando che lo stile degli stili, ovvero il mix, l’accostamento, l’unione di forze diverse, risulta vincente anche in questo autunno…l’ambiente con pezzi provenienti da diverse scuole stilistiche potenzia la sua bellezza da un lato e si bea d’avere diversi pezzi trendy dall’altro: cosa significa? Che l’accostamento rende l’insieme visivamente (e anche culturalmente) più forte, perchè la somma dei pezzi contribuisce ad aumentarne il fascino, ma anche il singolo pezzo dà bella mostra di sè, proprio in virtù del fatto di essere accanto ad un pezzo con cui non ha niente a che spartire e che quindi ne sottolinea l’originalità.

Detto questo, partiamo.

IMG_3677L’autunno che arriva sornione porta con sé i colori miti delle sue foglie: i rossi, gli arancioni, ma soprattutto una gamma espressiva guidata dal marrone in tutte le sue sfumature. Facile immaginare, dunque, come la pelle marrone e la conciatura vintage (quella di cui vi parlavamo nello scorso articolo, a proposito del mix&match con il nobile cristallo) siano di casa in questo periodo di design. L’autunno si connota come il momento prediletto della lavorazione della pelle, della sua ricerca e dei trattamenti che la rendono particolare ed appetibile per il cliente aperto al nuovo. Oltre al trattamento sulla pelle vera e propria, i designers si sbizzarriscono sulle possibile finiture, che, spesso, fanno la differenza in merito all’originalità del prodotto.

Per ora vi mostriamo il prodotto del mese. Poi passiamo a spiegarne il fascino e a proporvi le offerte del nostro mobilificio. A domani…

Per cercare di restituirvi una carrellata di stili più ampia e più modaiola possibile nell’arco di questa settimana di offerte, vi proponiamo oggi un classico dei tavolini: quello in cristallo. Archiviato il moderno (il divano letto dai colori estivi) e superato l’etnico (il tavolino ecocompatibile), ci sembra doveroso toccare l’eleganza e il fascino classico del tavolino in cristallo, insieme a quel tocco bizzarro capace di allontanarci dal mobile banale.

IMG_3662(1)Il cristallo è cristallo, e da qui non ci si scappa. E’ sempre elegante, raffinato, discreto, affascinante e soprattutto classico. Come modernizzare un tavolino in cristallo curvato a caduta, ideale per troneggiare al centro di un salotto dall’allure raffinata? Semplice. Lo si moltiplica! Guardate l’immagine a lato ed osservatene il triplice incastro: ben lungi dal potenziarne il lato serioso, questo escamotage rende il tavolino un moderno gioco di forme e ripiani, che lo aiuta ad essere accostato a stili contemporanei più graffianti e spregiudicati. Senza contare che il tavolino potrebbe essere disincastrato ed essere sfruttato al 100%, nell’interezza della superficie delle sue tre parti distinte. Insieme, unite, consecutive, divise. La risultante dell’utilizzo sta nelle vostre mani…sta di fatto che questo pezzo (o questi tre pezzi) costituiscono un insieme molto particolare, che trova il suo terreno fertile nell’accostamento con un letto imbottito, in una zona notte moderna e colorata. Nell’immagine potete vedere un accostamento abbastanza forte: il tappeto color rosso tiepido supporta perfettamente la linea trasparente e curvilinea del tavolino, regalando ombre aranciate all’interno ed amplificando la purezza della sua silhouette trasparente.

Io ne ho due simili in camera! Sono i miei personali chiccosissimi tavolini in cristallo, separati da un letto imbottito color bordeaux ed accostati ad una parete rigata fucsia e viola. Il colore di trapunta, imbottitura e carta da parati viene tenuto a bada dall’eleganza discreta dei tavolini/comodini di cristallo, potenziati da un abat-jour dello stesso meraviglioso materiale. Moderno e classico in un contesto di colore destinato a osare, senza stancare