Design d’esterni

Arrivando alla conclusione della settimana delle new entries d’autunno, ci sembra pertinente (forse anche doveroso) parlare di un argomento nuovo, ovverodelle vetrine del nostro mobilificio.

Vi confessiamo che non l’abbiamo mai percepito come un vero e proprio argomento…le vetrine sono lo strumento attraverso il quale possiamo mostrarvi il nostro stile e i nostri prodotti migliori e la storia finiva qui. Una sorta di monologo, quello della vetrina, che spiegava la nostra idea sull’arredamento in genere e che, sognando, pensavamo di trasformare in un dialogo. Ma come aggiungere comunicazione ad una zona che si connota come statica e denotativa?

siparioProbabilmente spogliandola dal suo significato corrente. Svestendola, paradossalmente, e liberandola dalle sue convenzioni abituali. Mostrare i trend di stagione e gli abbinamenti chic&choc non esaurisce il potenziale dei nostri designers, anzi, li accomuna alle vetrine di ogni negozio di tutto il mondo.

E allora proveremo a costruire una scena, nello stesso modo in cui si costruisce la scenografia di uno spettacolo. Un’ambientazione che rievochi un tema e che faccia recitare i nostri mobili e i nostri complementi, dove voi non sarete semplici spettatori, ma comparse attive che possono modificare la storia.

Insomma, ci saranno altre nuove proposte autunnali che vi intrigheranno e vi spingeranno a venire qui! Dateci ancora una manciata di giorni e vi stupiremo 🙂

Come dicevamo nell’ultimo post, il primo della nuova stagione insieme, abbiamo molte news che vorremmo condividere con voi! Una delle quali ci riguarda direttamente e nasce dalla scelta di riconsiderare lo spazio del mobilificio per coinvolgere chiunque ne abbia bisogno…passo a spiegare…

Vi ricordate il nostro spazio b-creative? Quella realtà nella realtà del mobilificio che si occupava della progettazione a 360 gradi: rispondeva alle esigenze che esulavano dalla progettazione da catalogo e rendevano particolari le scelte dei nostri clienti. Quello spazio, nel corso della sua esistenza, ha rappresentato una base solida per avvenimenti come il nostro mercatino di Natale, la vendita di prodotti vintage (che ora compaiono sul nostro sito dedicato), l’esposizione dei pavimenti del nostro floor designer Gianluca ed happenings di varia natura.

Grazie ad un ampliamento dell’assetto architettonico del nostro mobilificio, tale per cui lo spazio della progettazione viene re inserito nei nostri (nuovi) uffici, lo spazio b-creative si trasforma in b-meet! Trasformazione, rinnovo, evoluzione…questo spazio diventa un particolare ufficio con una cucina attiva, una parte composta da scrivanie, un accogliente salotto ed un proiettore: uno spazio che potrebbe essere vostro per un giorno o solo per qualche ora, per conferenze, meeting (da qui il nome) o semplicemente per un lavoro svolto in un clima di quiete e comfort!

Il nuovo b-meet sarà disponibile da novembre, ma fin da subito è possibile telefonarci per informazioni al numero 030 6810251! Vi aspettiamo…

 

Posso aprire il primo articolo post vacanziero dandomi il ben tornata da sola? Mi auto saluto per dare il via a questo nuovo quadrimestre insieme 🙂

articoloLungo queste vecanze estive vi abbiamo pensato (io e i miei colleghi) molto intensamente, soprattutto mentre coordinavamo i lavori che segneranno il nuovo assetto architettonico e il nuovo modo di accogliere i nostri clienti…voi!

In questo primo post non vogliamo tediarvi troppo, ma farvi riabituare con calma e leggerezza ad un ottobre ricchissimo di post, new entries, offerte, eventi e molto altro…quindi, per ora, vi ricordiamo il consueto appuntamento con il nostro blog ed i nostri shop on line.

 

A proposito, avete dato un’occhiata al piccolo (in senso strettamente anagrafico!) sito di vintage? Potete trovarne accesso diretto accanto all’ormai conosciuto bottone del nostro ebay

In questa settimana passeremo a mostrarvi e a descrivervi i cambiamenti di maggior rilievo…e poi, ovviamente, si torna a parlare di stile, moda, arredamento, e qualunque cosa voi vogliate. Un abbraccio e un bentornato a tutti voi!

Ed eccoci arrivati, in chiusura puntuale di settimana, al momento dei saluti…sembra giunto il momento di prenderci una vacanza e lasciarvi tranquilli a leggere altro che i nostri post, magari sotto l’ombrellone di un’assolata spiaggia 🙂

art oggiPrima i doverosi ringraziamenti: a coloro che ci hanno letto, sostenuto, cliccato, facebookato e quant’altro…a chi è venuto a trovarci, a scegliere i nostri progetti, ad arredare casa con i nostri mobili…a chi, ancora, ha seguito i nostri pezzi on line e ci ha scritto tramite ebay, comprando, mercanteggiando, scrivendo…

Non vorrei scrivere un discorso da Oscar, ma se non lo faccio qui, dove altrimenti? Quindi tengo a sottolineare che il plurale che utilizzo per rappresentare il nostro mobilificio ed il nostro staff sarebbe un singolare…il mio! E ora posso ringraziare di cuore i colleghi che mi sostengono, mi aiutano, mi insegnano a capire e a descrivere in modo corretto mobili, trend e quant’altro, al fine di interessarvi…e interessarci in un processo crativo che tengo a fare insieme a voi.

Quindi grazie e un saluto di cuore da me e i nostri amati designers! Ci vediamo tra pochissimo…prima della fine di agosto ritorneremo a parlarvi di mobili e dei cambiamenti che da settembre coinvolgeranno e modificheranno (in meglio!) il nostro mobilificio!

P.S. il nostro ebay non va in vacanza…continuate a cliccare…collezioni di piatti super fashion in arrivo quanto prima!!!

Come dicevamo nello scorso post, Enrico si è affidato alla nostra designer Catia per arredare il suo appartamento al 100%, centimetro dopo centimetro,  mettendo nelle mani della nostra arredatrice d’interni il progetto complessivo della sua casa. La fiducia in noi riposta in questi giorni ci obbliga ad un sincero grazie…un grazie che insieme ci ispira un articolo dedicato a coloro che devono arredare da zero una casa.

Ci rendiamo conto che i tempi moderni non invitino certo alle spese pazze: il risparmio viene prima dello stile e l’oculatezza prima dei trend d’arredamento…ma non pensiate che comprare in uno dei mercatoni o scegliere offerte con una percentuale assurda di sconto sia sinonimo di risparmio. Per fare un mobile serve passione (ma questa costa molto poco…anche se vale incommensurabilmente), il giusto materiale (che costa a seconda del legno usato), il professionista (o chi per esso), la persona incaricata di portarlo e montarlo nelle diverse ARTICOLO oggidestinazioni, ed ultima, ovviamente non per importanza, una buona dose di pubblicità o visibilità.

La risultante di questi elementi viene chiamata prezzo. Come all’interno di ogni equazione che si rispetti, il variare degli elementi in gioco deve portare ad un risultato soddisfacente per il venditore e per il cliente…che, prendendo atto di tali elementi, potrebbe facilmente sbugiardare gli oggetti sottoposti ad uno sconto troppo alto attraverso una semplice verifica. Negli spot televisivi noi vediamo sconti oltre il 60%, spesso raccomandati da personaggi famosi…com è possibile che il mobile pubblicizzato abbia un materiale che vale? Probabilmente le varianti del professionista e del montaggio vengono tolte, e a quel punto dovreste sobbarcarvi un lavoro che non vi compete.

Ci sono designers all’altezza della situazione? Qualcuno che vi segue, pubblicizza, offre? Chiedetevi seriamente se il legno di quel mobile potrebbe rimanere con voi a lungo, e se si, in che condizioni. Il segreto di cui vi volevamo parlare consiste in una scelta complessiva ed oculata discussa con un unico professionista che prende a cuore, con impegno, passione e mestiere (come si diceva una volta!) i vostri desideri. Che fa pagare il giusto e offre senza indugio il suo sapere, prima, durante e persino (e soprattutto) dopo la fine del progetto, in casi di qualsiasi evenienza…o anche solo per chiedere: quando esce l’articolo sul blog? 🙂

photo1Oggi vi vogliamo stupire arrendendoci alla moda del momento! Invece di pubblicare sconti su questo arredo o quest’altro complemento, ci lasciamo andare ad un semi selfie 🙂

E’ un selfie perchè il soggetto sono i nostri uffici in via di restauro, pulizia, rinnovo e chi più photo2ne ha…più ne metta! Semi perchè fisicamente noi non ci siamo immortalati, ma i nostri faldoni ammontonati e i teli sopra i tavoli possono rappresentare egregiamente i nostri visi in trasloco!!! La medesima sorte tocca ai nostri computer, pronti per essere staccati e riattaccati nella nuovissima sede…quindi ci prendiamo una pausa sabbatica (e velocissima!) per rimettere in ordine tavoli e idee!!!

Inutile dire che siamo sempre virtualmente attivi per acquisti e telefonicamente presenti per appuntamenti e quant’altro! Solamente il blog verrà sospeso per la settimana…ma due giorni (calcolando che i nostri post sono feriali) passano in fretta…lunedi prossimo si ricomincia con nuove offerte e proposte estive!

Cari tutti, in questo periodo siamo soggetti alle bizze delle vacanzi pasquali e dei vari ponti che le giornate di vacanza ci offrono…ma stiamo tornando! Ancora una settimana di attesa (ci aspetta un primo Maggio da onorare tra pochi giorni) e presto vi sveleremo la nuova stagione del mobile!

primaveraDel resto il dopo fiera, oltre queste pause primaverili, ci spingono a mutare continuamente forma e vetrine: il cambio di stile e gli oggetti venduti nel nostro scoppiettante spazio b-creative ci obbligano (si fa per dire) a riempire i buchi degli articoli venduti in modo veloce e mutevole…ma contiamo di darci e darvi un angolo di stabile pace con la vicinanza dell’estate e dei nuovi trend in arrivo!

Ovviamente ci potete trovare sempre qui, a disposizione, dalle ore 9.00 sino alle 19:00, in via Cantarana, 7, a Rodengo Saiano. Allora ci salutiamo con un caloroso arrivederci e vi auguriamo una buona settimana! Del resto lo sapete: meno tempo passiamo qui nel blog e più tempo dedichiamo alla ricerca di pezzi unici e fuori catalogo da scontare!

Dicevamo che la concezione di arredamento si sta modificando nel tempo…ogni cosa diventa terreno su cui impiantare la svettante bandiera del design! Non esiste più un dopo nel quale si inserisce la progettazione d’arredo, ma il tempo si fonde nella voglia di costruire con cura.

Allora il progetto parte da un terreno. E sul terreno si vuole costruire sempre più in maniera ecosostenibile, per favorire l’ambiente e il futuro. Il salone di quest’anno mostra come ci si possa dedicare all’ambiente con scelte consapevoli e discrete, niente a che vedere con orpelli fluorescenti che troppo a lungo sono stati inseriti in contesti total green con cui non avevano niente a che fare.

ext urbanL’URBAN AGRICULTURE SURVIVAL KIT è stato un grande contenitore collettivo dove si sono concentrate idee per aree verdi agricole urbane, strumenti di lettura di territori che subiscono le dinamiche di espansione della città…ve ne mostriamo un frammento da cui speriamo potrete prendere spunto per traformare i vostri spazi…o per venire da noi a chiedere come possiate fare!

Ora veniamo alla fiera vera e propria: i suoi stand, le sue creazioni, la sua gente felice di nutrirsi della bellezza del design…abbiamo fotografato quanto possibile per permettervi di entrare insieme a noi e mostrarvi il mondo della Fiera del Mobile 2014.

20140411_145156E lo facciamo da un’inquadratura molto particolare, quella delle ceramiche. Le ceramiche che abbagliano col minimalismo dei bianchi e dei neri, che costruiscono muri al cui interno sosta l’arte ed il visitatore pronto ad incontrare il nuovo. Osservate le immagini a lato: non vi sembra di guardare una riproduzione in scala di contenitori di lucida e cangiante madreperla? Invece è ceramica in stand a grandezza naturale.

20140411_145141Il futuro dell’arredamento sta proprio in quest’immagine…ogni centimetro viene concepito come carta bianca da scrivere insieme: non solo spazio all’interno dei muri, ma i muri stessi, le fondamenta, il nulla che lascia spazio ad un progetto di vita e di design.

Domani vi parleremo dell’urban agriculture e vi faremo capire cosa significa progettare dalle fondamenta.

Dicevamo, quest’anno la Fiera del Mobile, e di conseguenza il design che rappresenta, sono riusciti a raggiungere un vero e proprio record: oltre il 20% dei visitatori in più rispetto al 2013 sia all’interno che all’esterno della manifestazione, segno di cambiamento e di palpabile attesa all’evento dell’Expo del 2015.

ist marangoniMa noi dobbiamo focalizzarci sull’arredamento e sul design, quindi non possiamo non raccontarvi della nuova sede di una scuola dedicata allo studio dell’interior, industrial e visual design: stiamo parlando dell’Istituto Marangoni di Milano, che ospita studenti da tutto il mondo e che vanta aule interattive materioteca e un vero e proprio campus con viste inedite sulle terrazze milanesi.

Come vi abbiamo sempre detto, lo studio, la passione e la ricerca sono alla base di una scelta oculata e di stile. Adesso continuiamo con le meraviglie della fiera…