Classico

Chiudiamo la settimana leggermente in ritardo rispetto alla solita tabella di marcia…diciamo che siamo stati impegnati a rimodernare (e, conseguentemente, a ritrovare) una parte del mobilificio che avevamo perso di vista negli ultimi tempi…vi sarete accorti che una televisione anni ’50 non era esattamente nelle nostre corde, soprattutto non nei nostri cataloghi autunnali!

ToelettaE quindi siamo andati avanti a scovare, spostare, rimodernare, giocando al mercatino delle pulci con gli stessi mobili che avevamo accantonato per motivi di cambio standcos’abbiamo trovato stavolta? Tanti, tantissimi pezzi incredibili. Un po’ vintage, un po’ industrial, un po’ etnici, sicuramente adatti al mercatino delle pulci che mixeremo con il nostro mercatino natalizio, seconda edizione! Ma prima di parlarvi di questo dicembre, torniamo al presente delle nostre scoperte…abbiamo scovato un bellissimo mobile da toeletta.

Un mobile speciale, d’ispirazione ottocentesca. Oltre il vintage, dentro la storia e gli usi e costumi delle nostre bisnonne, di un’epoca che possiamo far rivivere attraverso piccole perle di stile. Lo scheletro della toeletta è in ferro battuto, la colorazione con anticatura e i due recipienti e la brocca sono in ceramica decorata con un disegno floreale. Credo che il pezzo si commenti da solo…il suo sapore retrò gli permette infatti di essere usato come semplice accessorio extra, come un soprammobile e non come un mobile vero e proprio.

La toeletta vi aspetta nella nostra esposizione, insieme ad altri pezzi incredibili e dall’incredibile sconto…vi aspettiamo!!!

Per cercare di restituirvi una carrellata di stili più ampia e più modaiola possibile nell’arco di questa settimana di offerte, vi proponiamo oggi un classico dei tavolini: quello in cristallo. Archiviato il moderno (il divano letto dai colori estivi) e superato l’etnico (il tavolino ecocompatibile), ci sembra doveroso toccare l’eleganza e il fascino classico del tavolino in cristallo, insieme a quel tocco bizzarro capace di allontanarci dal mobile banale.

IMG_3662(1)Il cristallo è cristallo, e da qui non ci si scappa. E’ sempre elegante, raffinato, discreto, affascinante e soprattutto classico. Come modernizzare un tavolino in cristallo curvato a caduta, ideale per troneggiare al centro di un salotto dall’allure raffinata? Semplice. Lo si moltiplica! Guardate l’immagine a lato ed osservatene il triplice incastro: ben lungi dal potenziarne il lato serioso, questo escamotage rende il tavolino un moderno gioco di forme e ripiani, che lo aiuta ad essere accostato a stili contemporanei più graffianti e spregiudicati. Senza contare che il tavolino potrebbe essere disincastrato ed essere sfruttato al 100%, nell’interezza della superficie delle sue tre parti distinte. Insieme, unite, consecutive, divise. La risultante dell’utilizzo sta nelle vostre mani…sta di fatto che questo pezzo (o questi tre pezzi) costituiscono un insieme molto particolare, che trova il suo terreno fertile nell’accostamento con un letto imbottito, in una zona notte moderna e colorata. Nell’immagine potete vedere un accostamento abbastanza forte: il tappeto color rosso tiepido supporta perfettamente la linea trasparente e curvilinea del tavolino, regalando ombre aranciate all’interno ed amplificando la purezza della sua silhouette trasparente.

Io ne ho due simili in camera! Sono i miei personali chiccosissimi tavolini in cristallo, separati da un letto imbottito color bordeaux ed accostati ad una parete rigata fucsia e viola. Il colore di trapunta, imbottitura e carta da parati viene tenuto a bada dall’eleganza discreta dei tavolini/comodini di cristallo, potenziati da un abat-jour dello stesso meraviglioso materiale. Moderno e classico in un contesto di colore destinato a osare, senza stancare

Offerte , offerte e ancora offerte. Pezzi estivi che richiamano, per stile o colore, l’arrivo della stagione autunnale. Ieri un divano letto e oggi una punta di etnico…ecocompatibile. Passiamo a mostrarvi quello di cui stiamo parlando…

Ultimamente ci siamo dimenticati di parlarvi della Idi Studio, azienda leader nel campo dell’ecologico e dell’ecocompatibile, dimenticanza a cui vorremmo porre immediato rimedio. I suoi mobili rispettano l’ambiente e puntano soprattutto al riciclo dei materiali a disposizione dell’uomo, per non sprecare, inquinare, depredare l’ambiente, ma riportare a nuova vita quello che meravigliosamente esiste in una diversa forma. Da politica aziendale, il teak utilizzato nella costruzione di questi mobili deriva al 100% da materiale di recupero altamente selezionato e accuratamente lavorato da abili artigiani, nel rispetto dei loro diritti sociali.

IMG_3660Cosa vi proponiamo dunque che sia compatibile e squisitamente etnico allo stesso tempo? Un tavolino in massello di teak spazzolato e protetto con un rivestimento di pigmenti naturali. Insomma, un piccolo gioiello di falegnameria. La forma del tavolino, con le gambe che richiamano la tipica gamba ad occhio indonesiana, risulta particolarmente adatto ad essere accostato con il mobile moderno, il mobile country, soprattutto mixata a quei divani dal sapore inglese (tra il classico in pelle, col bracciolo curvilineo, e il grunge dall’aspetto vissuto, quasi rovinato, ma estremamente in auge tra gli amanti del trendy).

Noi l’abbiamo abbinato ad un divano imbottito moderno sui toni del grigio, come potete vedere dall’angolino fotografato, e agli autunnali vasi in plastica (particolari, meravigliosi) by Driade. Un’unione discreta per una vetrina che vuole mostrare il lato quotidiano e tranquillo del salotto di casa. Ma lo sapete che noi amiamo i contrasti choc, quindi, stupiteci con un abbinamento ultra rock come quello che vi abbiamo suggerito poco sopra. A tra poco, su ebay

Posso aprire il primo articolo post vacanziero dandomi il ben tornata da sola? Mi auto saluto per dare il via a questo nuovo quadrimestre insieme :-)

articoloLungo queste vecanze estive vi abbiamo pensato (io e i miei colleghi) molto intensamente, soprattutto mentre coordinavamo i lavori che segneranno il nuovo assetto architettonico e il nuovo modo di accogliere i nostri clienti…voi!

In questo primo post non vogliamo tediarvi troppo, ma farvi riabituare con calma e leggerezza ad un ottobre ricchissimo di post, new entries, offerte, eventi e molto altro…quindi, per ora, vi ricordiamo il consueto appuntamento con il nostro blog ed i nostri shop on line.

 

A proposito, avete dato un’occhiata al piccolo (in senso strettamente anagrafico!) sito di vintage? Potete trovarne accesso diretto accanto all’ormai conosciuto bottone del nostro ebay

In questa settimana passeremo a mostrarvi e a descrivervi i cambiamenti di maggior rilievo…e poi, ovviamente, si torna a parlare di stile, moda, arredamento, e qualunque cosa voi vogliate. Un abbraccio e un bentornato a tutti voi!

Settimana all’insegna delle offerte e dei pezzi più appetitosi, più succulenti, più…barucchiani che abbiamo nel nostro shop on line! Quindi basta perdere tempo con inutili giri di parole ed entriamo subito nel vivo del nostro ebay! Cosa possiamo proporvi oggi? O meglio, su che cosa vi aiutiamo a focalizzare l’attenzione?

L’altro giorno ci siamo occupati dell’etnico e adesso passiamo ai palati bon ton :-) agli amanti, insomma, delle cose belle ed eleganti, classiche per antonomasia (non vogliamo assolutamente offendere gli amanti dell’etnico, anzi! Solo distinguerli da chi ama il bello inteso come appartenente agli schemi), come uno specchio neo barocco o un servizio di piatti The White Snow by Driade.

rugiano sLo specchio presenta intarsi in legno semi laccato bianco (o nero) che si allungano verso l’esterno, creando piccole volte di pura eleganza. La sua collocazione ottimale…non esiste: l’allure raffinata dello specchio gli permette accoppiate vincenti con diversi mobili…un gruppo letto classico o dalla linea moderna, un bagno dalle dimensioni importanti, o un salotto in grande stile, accanto a una parete attrezzata (che magari vanta soprammobili deluxe).$_57

Medesimo discorso per i magnifici piatti by Driade: al successo di Driade non servono troppi giri di parole…come potete vedere dalla nostra bacheca ebay, tutti i migliori pezzi sono andati a ruba e questo completo The Snow White nella versione floreale monocromatica (color melanzana) rappresenta l’ultimo set completo by Driade ancora in nostro possesso. Nei post precedenti vi abbiamo mostrato come un completo di piatti raffinato come questo, se posto in un contesto iper moderno, non faccia altro che potenziare la suggestione dell’ambiente. Ma nessuno vi vieta di calarlo all’interno di uno spazio chic, classico o classicheggiante, minimalista…

Oggi poniamo fine ad un’altra settimana insieme attraverso un post particolare…il pendant di colori e materiali scelti da Barbara e Roberto e l’estrema eleganza del loro arredamento moderno ci spingono a pensare ad una rivisitazione del classic style: noi che tanto abbiamo predicato il mix&match di sapori e ispirazioni, promuovendo tutta una serie di accostamenti all’insegna dello choc visivo, proviamo a tentarvi con qualche pezzo dall’anima classica…

Niente paura. Il nostro cuore batte ancora per il trend del contrasto ad ogni costo…ma vogliamo sperimentare con voi un nuovo modo di arredare i nostri spazi: riportare al moderno e incastrare dentro i suoi diktat dei pezzi classici, di ispirazione sette e ottocentesca. Cerchiamo di spingere i limiti dell’eleganza classica un poco oltre, dove l’arredo diventa puro stile e mette radici in un habitat dall’evidente terreno moderno.

photo2 Uno dei possibili risultati potrebbe essere quello che vedete nell’immagine alla vostra destra…mettete il caso di avere una cucina tanto moderna da sfiorare inserti murales. Uniteci, per esempio, un tavolo in legno dalle dimensioni importanti e dagli elementi grezzi (si tratta di un vero tavolo da falegname, restrutturato per diventare elemento portante di una cucina). Ora ingentilite il tutto con delle sedie classiche in velluto verde smeraldo, un portavivande in cristallo e un set di stoviglie by Driade. Mescolate a piacere e servite ai vostri ospiti, per il piacere dei loro e dei vostri occhi.

A tutti coloro che si sentono pronti ad accogliere il classico nel design contemporaneo della loro casa, dedichiamo i nuovi prodotti in vendita sul nostro ebay: una serie di pezzi ispirati al Settecento e all’Ottocento dei bei fasti barocchi, realizzati in legno massello artigianalmente, da piccole aziende sparse sul territorio. Tali pezzi sono da poco fuori produzione e diventano dunque arredi unici ed esclusivi. Da non perdere.

Come vi abbiamo anticipato, la casa di Roberta e Vilmer non stupisce solo per la scelta coraggiosa e avanguardistica della cucina in laminam, ma anche per un forte elemento di rottura presente nel loro salotto. Guardate l’immagine che vi alleghiamo e sentite la sensazione che vi trasmette.

photo5Che ve ne pare? Nel salotto manca l’indiscusso principe della zona giorno della casa: il divano. L’effetto è davvero molto particolare, quasi alienante. Sembra costruito per stupire esattamente come quegli stand di cui criticavamo la freddezza negli scorsi articoli…ed invece quest’immagine ritrae effettivamente il salotto di Roberta e Vilmer e la scelta di porvi al centro una chez longue invece del classico divano rappresenta una valutazione ben ponderata piuttosto che dettata dallo stile: la serata viene trascorsa in giro per casa o chiacchierando in altri luoghi, invece che sul divano.

Ma noi, presenti per testimoniare la forza della cucina in laminam, non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di fotografare un salotto stiloso e alternativo come questo, grintoso nei dettagli e nell’unione sapiente di elementi contrastanti quali il tappeto muccato e della cassapanca antica.

Il mix alternativo riesce sempre ad esaltare i singoli elementi, la cui disuguaglianza si impone facilmente, ed estrarne nello stesso tempo un magico quid d’insieme. Grazie allo spunto modaiolo di Roberta e Vilmer, nei prossimi giorni vi mostreremo la nostra versione di salotto alternativo: prenderemo degli elementi simili ai loro e vi daremo la versione barucchiana di un salotto perfettamente assortito come questo.

 

Niente paura, non intendiamo filosofeggiare, ma semplicemente parlarvi di un’offertissima che trova la sua giustificazione nel limbo in cui si trova: non è dentro il catalogo, non essendo un mobile di stagione, ma non è nemmeno fuori, quindi non rientra nella categoria di offerte vendibili tramite ebay. Come di qualifica, dunque?

photo2Chiamiamola semplicemente offertissima, dato che ne ha tutte le caratteristiche: è una parete attrezzata in ciliegio con alcune parti piene ed alcune in laminato per una questione di montaggio, con spalla portante, ampi cassetti, tre ante sottostanti il vano portatv e una bellissima argentiera sorrevole sopra elevata. Ideale per gli amanti del classico e per chi…ha molte cose da conservare e organizzare nei vari spazi a disposizione!

Non spendiamo troppe parole per descrivervi un articolo che spero possiate capire attraverso l’immagine che vi alleghiamo, ragion per cui puntiamo dritti verso il prezzo finale…600 euro. Un’offerta superlativa, che non intende sminuire la pregiata manifattura di questa parete attrezzata, solo prendere atto di uno stile, il classico, che recentemente viene subordinato al mix dell’industrial style e dei pezzi etno o vintage. Conviene approfittarne.

Un’ultima dritta per i fashion addicted? Si apre una lunga stagione che inneggia all’afro come stile portante, dagli accessori all’abbigliamento, passando per gioielli, acconciature e via discorrendo…prevediamo un boom nell’oggettistica afro. Avete dato un’occhiata ad alcuni pezzi sul nostro ebay?

Dopo avervi parlato delle mode e degli stravolgimenti di ruolo che l’amor photo1 (1)
del trendy impone ai nostri mobili, torniamo a parlare del candore meditativo del minimal, soffermandoci in particolar modo sullo zen style.
E, come sempre, cerchiamo di aggiungere allo stile di riferimento (in questo caso, appunto, quello zen) degli elementi di contaminazione che lo rendano diverso dal suo stereotipo…insomma, che lo rendano unico e adatto alle nostre forme. Ve ne diamo una dimostrazione nell’immagine a lato. Abbiamo preso un gruppo letto in legno massello d’ispirazione orientale, detto il lottatore per la sua gamba tornita e possente (che ricorda quella dei lottatori di sumo), libero da qualsiasi giunzione metallica, e l’abbiamo accostato alle tinte marine di una carta da parati big size, che mima la grandezza del loft moderno.

Ecco dunque uniti il minimal orientale e lo spazio aperto del moderno, in una somma di stili che sembrano nati per incontrasi e scontrarsi dolcemente…il tocco di stile? L’aggiunta di un terzo elemento, ovvero il classico lampadario in vetro soffiato dalla tinta rosso pop. Non vi sembra un’unione destinata a durare per anni?

Oggi abbiamo davvero fretta di mostrarvi e stupirvi con le offerte della settimana, quindi veniamo subito a noi: abbiamo notato, passando tra i nostri stand alla ricerca di qualche prodotto particolare da inserire nel fuori catalogo, delle nobilissime sedie in noce massello 100% italiano.

Che siano nobili dipende dal legno pregiato con cui sono state fatte e dallo stile classico a cui appartengono, che siano inserite nel nostro fuori catalogo dipende dal fatto che sono in nostra compagnia da un certo periodo di tempo e quindi non rappresentano un prodotto all’ultima moda.

sedie noceMa il loro valore è indubbio: il noce resta stabile al primo posto della classifica dei legni pregiati e la sua resistenza è da record…non a caso le sedie che vi proponiamo, e che potete trovare sulla nostra pagina ebay, conservano intatto il loro fascino e la loro perfezione. L’imbottitura rigata si adatta a qualsiasi tipo di ambiente classico e la fierezza dell’intreccio centrale si sposa con ingressi (o sale da pranzo) dalla sobria eleganza.

Ma non crediate che il legno noce sia un impedimento al trend e al modernosedie rivestite tanto amato dai giovani. Se date un’occhiata all’immagine alla vostra destra, infatti, trovate quattro sedie con altrettanti vestiti (altrimenti detti imbottitura :-) ) in grado di mimetizzare alla perfezione lo stile classico del legno naturale. L’imbottitura è color burro, quindi neutra e facilmente abbinabile, ed è sdrammatizzata da uno schienale a bottoni e con fiocco (a coppie di due) che emula la mise di un uomo e quella di una signora.

Insomma, ogni stile contiene l’eccezione alla regola con la quale si definisce, ed ogni eccezione può essere facilmente personalizzata con qualche piccolo accorgimento…